Corso fotografia analogica Città di Castello Umbria

Corso Fotografia Analogica Città di Castello | Livello Base

Corso Fotografia Analogica Città di Castello, Valtiberina, Umbria, per imparare la fotografia a partire dalle sue basi analogiche a pellicola. Livello base, lezioni teoriche in aula e uscite pratiche fine settimanali.


46 ore, 16 lezioni


Cosa, Dove, Quando

3 mesi di durata
1 lezione ogni giovedì di 2 ore e mezza
1 uscita diurna al mese di 4 ore


Quanto ti impegna:
12 incontri serali (30 ore teoriche) orario da concordare
4 uscite (16 ore pratiche) sabato o domenica


Lezioni in lingua italiana
Livello del corso: base


Chiusura iscrizioni 2 settimane prima inizio corso


[elementor-template id=”4234″]

Descrizione

Corso di fotografia analogica per principianti a Città di Castello, in Valtiberina (Umbria).

Il corso di Fotografia Analogica Città di Castello prevede lezioni teorico-pratiche in studio-laboratorio in un incontro infra-settimanale e uscite diurne al fine settimana, per mettere in pratica quello che stiamo imparando in classe.

La fotografia analogica e la camera oscura: scoprire il piacere di scattare una foto meditata e assaporare il gusto di toccarne con mano la stampa fotografica.

Questo è il principale scopo del corso di fotografia analogica e camera oscura. Scoprire che la fotografia è un qualcosa che si può toccare e conservare, che si può immaginare e che richiede uno sforzo cognitivo per la sua riuscita. La fotografia si fa: con le mani, con gli occhi, con la mente. È un processo manuale che richiede tempo e che da soddisfazioni.

La fotografia analogica a pellicola, classica, tradizionale, si può fare anche a casa, anche senza possedere una camera oscura professionale. Con questo corso vogliamo mostrarvi come poter iniziare a sviluppare un rullino di pellicola in bianco e nero a casa vostra, in totale autonomia.

Questo corso di Fotografia Analogica Città di Castello è un corso per imparare la fotografia dalle basi a tutti gli effetti.

Non lavoreremo al computer in questo corso di Fotografia Analogica Città di Castello. Faremo movimento. Ci aggireremo intorno alle vasche di sviluppo ed agli ingranditori. Faremo uscite a piedi per paesi e campagne con la macchina fotografica al collo. Caricheremo e scaricheremo rullini di pellicola in bianco e nero. Ci sporcheremo le mani e vedremo nascere e crescere un progetto con fotografie reali, stampate su carta, che riempiranno una scatola e diventeranno un portfolio.

Lavoreremo con la pellicola ma impareremo tutte le basi necessarie ad un buon fotografo per poter trarre la massima soddisfazione dai propri scatti.

Durante il corso imparerete a scegliere il giusto obiettivo per scattare una determinata scena, a comporre in modo corretto e piacevole, ad esporre correttamente con la vostra fotocamera anche se si tratta della fotocamera anteguerra del nonno… Scoprirete tutti i segreti per avviarvi alla scoperta della fotografia classica in senso lato. Quando vorrete passare al digitale, avrete già tutte le basi necessarie per comprendere anche la fotografia virtuale.

Alcuni argomenti principali del corso

– funzionamento della macchina fotografica, esposizione e regolazioni;
– estetica della profondità di campo e del mosso;
– tecnica di camera oscura per sviluppare pellicola e stampare ingrandimenti;
– esperienza pratica di fotografia di paesaggio, architettura, ritratto, still-life;
– realizzazione di un progetto fotografico stampato per la fine del corso.

Il corso è tenuto dal fotografo professionista Michele Pero

Esperto di fotogiornalismo, fotografia commerciale, fotografia analogica e antiche tecniche di stampa fotografica. Sul suo sito web potete scoprire chi è Michele Pero e la sua esperienza nell’ambito dell’insegnamento della fotografia nei più svariati settori.

Per qualsiasi informazione usate il modulo di contatto in questa pagina e vi risponderemo al più presto. Grazie.

Programma

Programma corso di Fotografia Analogica Città di Castello

Lezione 1.

Introduzione al corso. Presentazioni e controllo attrezzature. Consigli iniziali.
Storia della fotografia: Fotografia, cosa significa e da dove viene. I cinesi, la scoperta del foro stenopeico, la camera obscura di Hybn Al Haytam. La camera obscura nel Rinascimento. Leonardo Da Vinci e la sacra sindone. Canaletto & Co.
Storia della fotografia: La camera obscura portatile per disegnare e la ri-scoperta della via chimica alla fotografia. Dagherrotipo, calotipo, lastra in vetro, celluloide. Il cinema e la Kodak camera. La fotografia moderna.
Meccanica fotografica: La fotocamera, come funziona. Meccanismo dell’otturatore e diaframma. Tipi di mirino. Formati camera e pellicole più comuni.
Meccanica fotografica: Ottica, obiettivi e caratteristiche delle focali. La focale normale.
Materiali da acquistare: lista e consigli.
Compiti a casa: la fotografia preferita.

Lezione 2.

Elaborazione dei compiti a casa: percezione, estetica, scelte, scopi personali e metodi di realizzazione degli stessi.
Tecnica di ripresa: Studio dei diaframmi e relative aperture, tempi di otturazione e sensibilità pellicola (numeri ISO).
Tecnica di ripresa: Studio della corretta esposizione con la regola del 16. Esposimetro e teoria di funzionamento dell’esposimetro.
Meccanica fotografica: caricamento della fotocamera e suo metodo operativo.

Lezione 3 (Uscita).

Lezione sul campo: Fotografare con la regola del 16

Lezione 4.

Tecnica di camera oscura: procedura di sviluppo del rullino b/n. Presentazione delle attrezzature e loro uso. Presentazione della chimica e suo uso. Preparazione dei bagni di sviluppo. Pratica di caricamento tank. Sviluppo del rullino. Asciugatura e conservazione.
Suggerimenti e consigli per sviluppare rullini a casa.

Lezione 5.

Tecnica di camera oscura: Analisi del negativo, problemi e soluzioni. Introduzione al provino a contatto ed alla stampa da ingranditore. Procedura di sviluppo e stampa. La chimica per la carta e la sua preparazione. Pratica di contatti da negativi. Dimostrazione di ingrandimento da negativo.

Lezione 6.

Tecnica di ripresa: il concetto di coppia tempo/diaframma e la reciprocità di esposizione.
Tecnica fotografica: Studio della profondità di campo e dell’iperfocale. Suggerimenti pratici per il lavoro sul campo.
Tecnica fotografica: Studio del mosso controllato e sue applicazioni estetico-pratiche.
Compiti a casa: costruzione di un disco calcolatore della coppia tempo/diaframma.

Lezione 7 (Uscita).

Lezione sul campo: profondità di campo e mosso controllato. Uso del disco calcolatore per la reciprocità.

Lezione 8.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi, stampa di alcuni ingrandimenti, analisi e discussione dei risultati.
Tecnica fotografica: Studio della profondità di campo e dell’iperfocale. Suggerimenti pratici per il lavoro sul campo. Studio del mosso controllato e sue applicazioni estetico-pratiche. Visione ed analisi di lavori di fotografi famosi che utilizzano questi concetti.
Compiti a casa: studio della profondità di campo in relazione all’estetica; studio del mosso controllato in relazione alla finalità del risultato.
Compiti a casa: assegnazione progetto portali

Lezione 9.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi del compito a casa “profondità e mosso”, stampa di alcuni ingrandimenti, analisi e discussione dei risultati.
Tecnica fotografica: studio di fotografia architettonica attraverso il compito a casa “portali”, analisi di fotografia di interni e panoramica (paesaggistica). Quali sono gli scopi, quali sono le qualità fondamentali e necessarie, quali sono gli errori da evitare. Studio di fotografi famosi in questo settore. Come si fotografa l’architettura. Teoria della prospettiva e del punto di fuga. Analisi della percezione visiva.
Tecnica di ripresa: il cavalletto, questo sconosciuto. Quando e perché. Come si sceglie un buon cavalletto, quali sono le sue qualità pratiche. Panoramica sulle teste fotografiche e video. Consigli per gli acquisti.
Compiti a casa: la documentazione architettonica del tuo quartiere.

Lezione 10.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi dei compiti “quartiere”. Stampa di alcuni ingrandimenti. Analisi e discussione dei risultati.
Estetica: Studio dell’estetica della fotografia di architettura con esempi di fotografi famosi in questo settore. Instant city.
Tecnica fotografica: Suggerimenti pratici per il lavoro sul campo e per migliorare il proprio modo di fotografare. Principi di composizione fotografica. Scegliere le ottiche giuste per il conseguimento della propria estetica fotografica. Uso del grandangolo, del normale, del teleobiettivo.
Compiti a casa: la documentazione urbana.

Lezione 11 (Uscita).

Lezione sul campo: fotografia architettonica. Fotografare un borgo abbandonato.

Lezione 12.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi dei compiti “documentazione urbana” e dell’uscita “borgo abbandonato”. Stampa di alcuni ingrandimenti. Analisi e discussione dei risultati.
Estetica: gente e cose, ovvero, fotografare persone e oggetti. Una introduzione a due mondi contrapposti, il fotogiornalismo (o storytelling) e la fotografia commerciale (still-life di prodotti).
Tecnica fotografica: cosa aspettarsi dall’uso del grandangolo, del normale e del teleobiettivo. Visione e percezione contro risultato fotografico. Saper scegliere l’ottica giusta in base al risultato. Composizione ed estetica. Come migliorare la qualità visiva ed espressiva delle proprie fotografie. Principi di composizione per fotografare persone. Tecniche di inquadratura cinematografica. Il ritratto fotografico.
Compiti a casa: fotografia still-life e ritratto di familiari

Lezione 13.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi dei compiti “still-life” e “ritratto”. Stampa di alcuni ingrandimenti. Analisi e discussione dei risultati.
Professione fotografo: Quando e perché fotografare oggetti e persone. Una panoramica sulla professione di fotografo: eventi, cronaca, documentario, fotogiornalismo, matrimoni, pubblicità commerciale, catalogo, ecc…
Tecnica fotografica: analisi di fotografi famosi che si sono distinti nei settori della fotografia di persone e oggetti.
Progettazione: progettazione di un reportage sociale. Ricerca, documentazione, regola dell’accesso e studio di fattibilità.

Lezione 14 (Uscita).

Lezione sul campo: fotografia sociale o reportage di viaggio. Uscita pratica per fotografare persone nel loro ambiente. Tecniche di approccio alla gente. Come fotografare essendo parte della storia (fotografare di nascosto non ci interessa…).

Lezione 15.

Tecnica di camera oscura: Sviluppo negativi del “reportage sociale”. Analisi e discussione dei risultati. Editing del lavoro svolto finora e selezione di immagini da stampare per il portfolio finale. Inizio del lavoro di stampa del portfolio finale.

Lezione 16.

Tecnica di camera oscura: stampa del portfolio finale. Analisi conclusive. Suggerimenti e consigli pratici per la continuazione del lavoro a casa.

Attrezzature e materiali

Materiali per il corso

Abbiamo approntato una lista di materiali necessari ad uso personale per il corso, e anche una lista di fotocamere adatte ad imparare la fotografia analogica. Potete trovare queste descrizioni nell’apposta sezione Guida Studente a questo link.

Mappa

 

Quota del corso

Quota del corso

Cosa è incluso nelle quote di partecipazione

Le quote includono l’insegnamento, l’uso delle attrezzature, le sostanze chimiche necessarie, alcuni materiali fotografici (sono esclusi quelli elencati nella sezione Materiali per i corsi).

Nota sul metodo di insegnamento

Il metodo di insegnamento è molto particolare, perché si focalizza sulla conoscenza e non sulla produzione. Collaudato fin dal 1998, è pratico e intensivo e prevede che lo studente faccia il lavoro da se. Non si tratta di un corso dove l’insegnante fa il lavoro al posto dello studente, per fare delle belle foto e mandare via persone soddisfatte con del bel materiale da mostrare, che sarebbe comunque prodotto dall’insegnante. Si tratta di un corso dove lo studente è spinto a fare, a sbagliare, a rendersi conto degli errori per imparare come evitarli o correggerli una volta che questi si troverà da solo a rifare gli stessi procedimenti.

Pertanto alla fine del corso lo studente avrà acquisito un bagaglio di informazioni indispensabili a riprodurre i processi a casa propria. Durante il corso, breve o lungo che sia, vengono fornite enormità di informazioni che saranno indispensabili per poter iniziare un lavoro in autonomia.

Quindi nota bene: il fine dell’insegnamento non è realizzare delle belle foto, il fine è insegnare metodi ed evidenziare errori, per poterli affrontare e correggere da soli.

Cosa NON è incluso nelle quote di partecipazione

Le quote non includono i materiali personali. Questi sono sempre indicati nella pagina del corso. Ciò che è indicato come materiale personale da portare dai partecipanti non è coperto dalla quota del corso.

L’alloggio non è incluso nel prezzo del corso, né i pasti. Possiamo fornire assistenza nella ricerca di B&B o hotel nelle vicinanze della sede. Basta chiedere a noi.

Quota di partecipazione

350 euro

Chiedi o iscriviti

Domanda su questo corso
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Iscriviti a questo corso
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome e Cognome