Corso Video Making Avanzato a Città di Castello Valtiberina

In Breve

Corso di video making avanzato a Città di Castello Valtiberina, Umbria


18 ore totali


2 settimane di durata
3 lezioni alla settimana di 3 ore cad. (indicativi, modificabili secondo necessità)
Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


Lezioni in lingua italiana
Livello del corso: avanzato

This course is available also in English language!


Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


Descrizione

Scopo del corso di video making avanzato

Sviluppare conoscenza preesistenti in merito alle tecniche base di video making e video montaggio per realizzare un prodotto di livello avanzato. Far conoscere i vari aspetti del mondo del video making professionale come spot, videoclip, news, docu-film, video arte.
Conoscere tecniche di video produzione avanzata per la realizzazione di video montaggi di livello professionale.

Requisiti di accesso

Il corso si rivolge a chi abbia già una conoscenza base del mondo del video making e desideri continuare un percorso tecnico-creativo-estetico per un futuro sbocco professionale.

Il corso è aperto a chi possieda già una conoscenza base della videocamera e delle tecniche fondamentali di video montaggio..

Attrezzature personali da possedere per partecipare a questo corso

– fotocamera reflex o mirrorless con funzioni video oppure videocamera;

– laptop Mac o PC con un programma di montaggio installato.

Programma

Programma

– Chi è il videomaker professionista? Analisi della figura professionale e delle peculiarità della professione di video maker, cameraman, cineasta in relazione al target di mercato: news, video clip, spot, corto, video arte, video documentario.

– Panoramica sugli strumenti per riprese in movimento: slider, gimball, drone.

– Formati video: sistemi HD, Ultra HD. Differenza tra progressivo e interlacciato.

– Modalità di registrazione: cinelike, gamma, log.

– Strumenti avanzati delle videocamere: zebra, istogramma, waveform, falsecolor, peaking.

– Illuminotecnica: illuminare una scena o utilizzare la luce naturale. La continuità fotografica.

– Concezione e pianificazione di un progetto video: lo stile, la scelta del mezzo.

– Tecniche avanzate di video making: Sottocampionamento del colore.

– Realizzazione pratica di brevi filmati utilizzabili nei vari ambiti della professione, dallo spot al docu-film, dalla cronaca alla video arte.

Mappa

[elementor-template id=”3277″]

Fai una Domanda

    Fai una domanda su questo corso




    Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


    Corso WordPress Valtiberina Livello Base a Città di Castello, Umbria

     

     

    In Breve

    Corso WordPress Valtiberina per la costruzione di siti Internet a Città di Castello. Costruisci il tuo sito rapidamente e impara subito a gestirlo.


    18 ore totali


    Corso in presenza
    2 settimane di durata
    3 lezioni alla settimana di 3 ore cad.


    Giorni di lezione e orari: lunedì, mercoledì e venerdì, 18:30-21:30


    Lezioni in lingua italiana
    Livello del corso: base

    This course is available also in English language!


    Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


     

    Descrizione

    Corso WordPress Valtiberina per la costruzione e gestione di siti Internet a Città di Castello. Costruisci il tuo sito in modo rapido senza dover conoscere i codici di programmazione

    Corso dedicato allo studio del sistema WordPress e del funzionamento del Web. Con questo corso puoi iniziare a costruire il tuo proprio sito Internet utilizzando la piattaforma WordPress. 

    Il corso di WordPress livello base si rivolge a chi desideri iniziare a costruire un sito internet da zero. Non è necessario avere precedenti conoscenze di web design. Non avrai bisogno di conoscere il codice di programmazione per fare il tuo sito Internet con WordPress.

    È un programma studiato apposta per chi non ha mai fatto un sito. I linguaggi di programmazione specifici richiedono lunghi periodi di studio. Questo corso utilizza la piattaforma WordPress appositamente per evitare di dove scrivere codici di programmazione.

    Cosa faremo in questo corso WordPress Valtiberina?

    Il nostro programma per lo studio di WordPress inizia con una panoramica sul funzionamento dell’Internet. Si studia, fra l’altro, come si fa la registrazione di un dominio; come funziona un server; cosa sono i protocolli HTTP e HTTPS; come si gestiscono i plugin.

    Il nostro studio comprende nozioni base sul funzionamento dei motori di ricerca (Google). Scopriremo come come indicizzare velocemente il proprio sito utilizzando le funzionalità di Google MyBusiness. Ti daremo dei cenni di SEO (search engine optimization) per migliorare la presenza del sito online.

    Con questo corso vogliamo arrivare a costruire un sito con almeno:

    • una home page,
    • alcune pagine con contenuti,
    • una pagina di contatti
    • alcuni plugin specifici per la gestione di contenuti aggiuntivi, come ad esempio i social network.

    Al termine di questo programma base, avrai acquisito nozioni basilari per la creazione del tuo proprio sito. Saprai anche come gestirlo autonomamente. Le conoscenze così acquisite saranno fondamento per la costruzione o lo sviluppo di siti più complessi nel futuro.

    L’installazione the WordPress prevederà l’uso di un tema a licenza libera, gratuito.

     

    Programma

    Programma del corso di WordPress

    • Internet, domini e siti web
    • il Maintainer o Registrar (Provider): registrare il dominio .com, .net, .org, .tuanazione, ecc…
    • L’hosting del sito: piattaforme Linux e Windows. 
    • il Server (provider, hosting): acquistare spazio su disco
    • Il server dedicato: cos’è e come funziona
    • Server cPanel: cos’è e a cosa serve
    • Creazione di un indirizzo email personalizzato @tuositopersonale
    • Panoramica di WordPress, cos’è e come funziona
    • Installazione di WordPress sul proprio server
    • Certificazione https
    • La struttura del sito: index, home, bio/about, portfolio, contacts, links, sitemap
    • Installazione ed attivazione di plugin per funzionalità aggiuntive
    • Introduzione al SEO: Search Engine Optimization
    • Presentazione del sito a Google: Google MyBusiness, links con altri siti

    Mappa

    [elementor-template id=”3277″]

    Fai una Domanda

      Fai una domanda su questo corso




      Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


      Corso Adobe Photoshop Valtiberina Livello Base a Città di Castello

      In Breve

      Muovi i tuoi primi passi con Adobe Photoshop con il nostro corso base di introduzione a Città di Castello, Valtiberina, Umbria


      9 ore totali


      Corso in presenza
      3 lezioni di 3 ore cad.
      da completarsi in 1-2 settimane
      Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


      Lezioni in lingua italiana
      Livello del corso: base


      Descrizione

      Inizia a studiare Adobe Photoshop con il nostro corso base di introduzione

      a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.

      Questo corso ti avvia alla gestione di file immagini fotografici e grafici con Photoshop. Un corso breve per iniziare col programma di eccellenza per la gestione dei formati raster.

      Il modulo di studio intende far conoscere le varie possibilità offerte da Photoshop per la gestione sia delle fotografie che dei file di grafica, come disegni e illustrazioni. Successivamente mostrare l’uso e le funzionalità degli strumenti più comuni e delle tecniche di lavoro del file come i livelli.

      Questo per mostrare le possibili soluzioni di postproduzione che abbiamo in campo fotografico. Sia per gli aggiustamenti base e necessari ad un file raw, che ad interventi più pesanti. Ad esempio, scopriremo come fare inserimenti di testi, taglio di parti di immagini, modifiche strutturali alla bitmap, ecc…

      Infine, il corso si completa con una breve panoramica sui formati di esportazione del lavoro finito. Con questa fase conclusiva comprenderemo gli usi finali della nostra creazione. In questo modo la renderemo disponibile per varie applicazioni commerciali: la stampa, pubblicazione web, applicazioni multimediali.

      Cosa dovrai possedere per partecipare al corso Adobe Photoshop Valtiberina?

      Ti chiediamo di possedere un laptop per prendere parte a questo corso. Inoltre, dovrai avere installato il programma Adobe Photoshop. Chiedici prima come fare se non lo possiedi già. Ti possiamo aiutare noi.

      Il corso è personalizzato e personalizzabile e si tiene anche individualmente. Le date proposte sono indicative. I giorni di lezione e gli orari sono da gestirsi individualmente con lo studente.

      Programma

      Programma del corso di Adobe Photoshop Valtiberina

      Alcuni degli elementi tecnici e di gestione del workflow che scopriremo durante questo corso di Adobe Photoshop Valtiberina:

      • conoscere l’ambiente di lavoro
      • come impostare il proprio workflow con Photoshop
      • comprendere le misure: pixel, dpi, risoluzioni, aree di lavoro, cornici.
      • regolazioni basilari: esposizione e contrasto, luminosità e zone d’ombra
      • correggere le dominanti di colore
      • lavorare su singole zone del fotogramma: dalla bacchetta magica al lazo, dal timbro clone al pennello correttivo.
      • I livelli: capirne il funzionamento e perché sono così importanti.
      • controllo completo del proprio flusso di lavoro: gestire ed organizzare i livelli • le maschere: cos sono e come funzionano.
      • camera oscura digitale: schermare e bruciare
      • interventi localizzati: sfocature, contrasti, definizione, ecc…
      • come eliminare le imperfezioni della pelle.
      • come esaltare i pregi e nascondere i difetti
      • per la fotografia: perché scattare in RAW?
      • panoramica sugli strumenti di Camera RAW
      • effetti speciali: il cross-processing
      • sostituire i colori
      • uso delle maschere: la mappa sfumatura
      • come fare HDR
      • il bianco e nero fine art
      • gli scontorni: come selezionare in maniera accurata
      • come togliere e mettere pezzi da una foto all’altra
      • serie di esercitazioni guidate per apprendere meglio tutte le cose sperimentate in classe

      Mappa

      [elementor-template id=”3277″]

      Fai una Domanda

        Fai una domanda su questo corso




        Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


        Corso Adobe InDesign Valtiberina Livello Base a Città di Castello

        In Breve

        Corso base di Adobe InDesign a Città di Castello, Valtiberina, Umbria per disegnare un libro, un fascicolo di testo, o un impaginato con immagini.


        9 ore totali


        Corso in presenza
        3 lezioni di 3 ore cad.
        da completarsi in 1-2 settimane
        Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


        Lezioni in lingua italiana
        Livello del corso: base

        This course is available also in English language!


        Descrizione

        Corso base di introduzione Adobe InDesign Valtiberina a Città di Castello, Umbria

        Lo scopo di questo breve corso base è di avviarti all’uso del programma Adobe InDesign. Con questo programma di studio impareremo a  a costruire una gabbia di lavoro, necessaria per impaginare testi e immagini. Costruiremo così un fascicolo o un libro rilegabile in pagine successive o a formati tipografici. Alla fine avremo un prodotto conforme per la stampa tipografica o la pubblicazione (e-book).

        Il programma di studio vuole mettere in evidenza i principali errori che fa un principiante. Quando inizi a fare un impaginato per la stampa tipografica devi tenere presente certe regole basilari. Vogliamo anche chiarire quali siano tutti i requisiti richiesti dall’industria della stampa cartacea ed elettronica per il web (e-pub). Seguire i passi corretti fin dall’inizio ti porterà ad avere un prodotto conforme alle esigenze dell’industria tipografica.

        Il corso Adobe InDesign Valtiberina si completa con lo studio degli strumenti basilari per la gestione delle tavole di lavoro.

        Impara a disegnare un libro, un fascicolo di testo, o un impaginato con immagini.

        Al termine di questo breve programma introduttivo sarai in grado di approfondire da solo vari altri aspetti di livello avanzato del programma.

        Alla fine del corso potrai continuare la tua propria esperienza creativa con pubblicazioni elettroniche per il web o impaginati per la stampa tipografica. Saprai come confezionare libri, magazine, riviste, fascicoli, cataloghi commerciali, e molto altro.

        Attrezzatura richiesta per partecipare

        Dovrai possedere un laptop per prendere parte a questo corso. Sarà necessario avere installata la versione CC di Adobe InDesign. Chiedici come fare prima di iniziare il corso, ti possiamo aiutare noi.

        Il corso è personalizzato e personalizzabile e si tiene anche individualmente. Le date proposte sono indicative. I giorni di lezione e gli orari sono da gestirsi individualmente con lo studente.

        Mappa

        [elementor-template id=”3277″]

        Fai una Domanda

          Fai una domanda su questo corso




          Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


          Corso Adobe Illustrator Base a Città di Castello Valtiberina

          In Breve

          Corso base di Adobe Illustrator per disegnare vettoriali per la grafica, per la stampa e per il web, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.


          9 ore totali


          3 lezioni di 3 ore cad.
          da completarsi in 1-2 settimane
          Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


          Lezioni in lingua italiana
          Livello del corso: base


          Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


          Descrizione

          Un corso base di introduzione al software Adobe Illustrator per disegnare vettoriali per la grafica, per la stampa e per il web, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.

          Vuoi disegnare grafiche vettoriali per la grafica, per inserirle in una pubblicazione, per un sito web o per fare arte grafica? Hai bisogno del software leader sul mercato per la grafica vettoriale che è Adobe Illustrator. Questo è il corso giusto per imparare a disegnare con il tuo pc.

          Cosa faremo in questo corso di Adobe Illustrator?

          Lo scopo di questo breve corso base è di avviarti all’uso del programma Adobe Illustrator. Vogliamo mostrati come iniziare a disegnare grafiche, testi, figure e lavorare con inserimenti di file immagini da altri programmi.

          Il programma di studio comprende l’analisi degli strumenti basilari per la creazione di fogli di lavoro, uso di pennelli e strumenti di testo, conversioni vettoriali, e tutto quello che serve per iniziare in autonomia un nuovo progetto grafico.

          Al termine di questo breve programma introduttivo sarai in grado di approfondire da solo vari altri aspetti di livello avanzato del programma. Potrai poi avviare una tua propria esperienza creativa con la realizzazione di immagini vettoriali per la stampa, per la grafica, per i siti web, o fare arte grafica a tuo piacimento.

          Attrezzatura richiesta

          È necessario possedere un laptop per prendere parte a questo corso.

          Il corso è personalizzato e personalizzabile e si tiene anche individualmente. I giorni di lezione e gli orari sono da gestirsi individualmente con lo studente.

          Mappa

          [elementor-template id=”3277″]

          Fai una Domanda

            Fai una domanda su questo corso




            Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


            Corso Video Making Base a Città di Castello Valtiberina

            In Breve

            Corso base di introduzione al video making a Città di Castello, Valtiberina, Umbria


            18 ore totali


            Corso in presenza
            2 settimane di durata
            3 lezioni alla settimana di 3 ore cad. (indicativi, modificabili secondo necessità)
            Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


            Lezioni in lingua italiana
            Livello del corso: base


            Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


            Descrizione

            Corso base Video Making Valtiberina a Città di Castello, Umbria, per avvicinarsi al mondo del video.

            Vogliamo fornire una base di conoscenza tecnica e una base di conoscenza estetica, necessaria all’interpretazione del lavoro. Il corso si rivolge a chi voglia entrare nel mondo del video making. È un percorso studiato per iniziare un’esperienza tecnico-creativa finalizzata alla continuazione degli studi con un livello di approfondimento successivo. Gli sbocchi di questo percorso possono essere sia in ambito amatoriale che professionale.

            Cosa faremo in questo corso di video making Valtiberina livello base?

            Ecco una lista di alcuni argomenti che tratteremo in questo corso di video making a Città Di Castello, Umbria:

            • Tecnica di ripresa con fotocamera, smartphone, videocamera;
            • grammatica del film;
            • teoria fotografica di base;
            • utilizzo di videocamere reflex o mirrorless e perché;
            • formati di registrazione; tecniche di videomaking;
            • teoria e tecnica del montaggio video;
            • uso del software di video-montaggio (Final Cut o Premiere).

            Le lezioni spazieranno su tutti i principali aspetti della produzione video:

            • Tecnica di ripresa: diaframma, gli obiettivi, la profondità di campo, messa a fuoco, esposizione, inquadratura, movimenti di macchina;
            • Formati di registrazione, qualità e compressione;
            • Audio: come registrare nelle diverse situazioni di lavoro, uso del microfono interno ed esterno;
            • Montaggio: teoria della sequenza, dinamismo, racconto, cronostoria, attenzione, ecc…
            • Concezione e pianificazione di un progetto video;

            Requisiti di accesso e attrezzature personali da possedere per partecipare al corso Video Making Valtiberina

            Il corso è aperto a tutti senza restrizioni, in quanto è un corso base. Non sono necessarie conoscenze pregresse per avvicinarsi al mondo del video making.

            Ogni partecipante dovrà possedere:

            • una fotocamera reflex o mirrorless con funzioni video oppure videocamera anche amatoriale;
            • laptop Mac o PC (meglio se Mac);
            • un programma di montaggio installato

            Chiedici prima di iniziare il corso riguardo al programma di montaggio da usare. Ti possiamo aiutare noi.

            Programma

            Programma

            • Conoscere gli strumenti: fotocamera Dsrl, mirrorless e videocamere con relative possibilità e limitazioni.
            • Uso dello smartphone come video camera.
            • Come orientarsi nella scelta dell’attrezzatura.
            • La video camera: come funziona la video camera. Studio del menu della propria fotocamera e impostazioni fondamentali.
            • Tecnica di ripresa: esposizione, diaframma, otturatore, sensibilità ISO, temperatura colore e bilanciamento del bianco.
            • Scelta delle ottiche, profondità di campo, messa a fuoco.
            • Cenni sui vari formati e “CODEC” di registrazione.
            • Registrazione dell’audio.
            • Grammatica del film: inquadrature, piani, campi.
            • Meccanica dell’attenzione: come coinvolgere il pubblico con la scelta della giusta inquadratura e della scena corretta.
            • Montaggio degli elementi visivi: editing del video.
            • Introduzione ai programmi di video montaggio: Final Cut, Premiere, altri…
            • Montaggio: impostazioni generali di un progetto.
            • Panoramica sulle varie tecniche di montaggio.
            • Gli strumenti base del montaggio: taglio, inserimento, sincronizzazione, transizioni elementari, regolazioni audio.
            • Completamento di un breve progetto video e suo montaggio completo, inclusivo di audio e titoli.
            • I formati di esportazione del video finito e il suo utilizzo.

            Mappa

            [elementor-template id=”3277″]

            Fai una Domanda

              Fai una domanda su questo corso




              Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


              Workshop Fotografia Stenopeica a Città di Castello

              In Breve

              Workshop di Fotografia Stenopeica pinhole per fare fotografie utilizzando il principio della camera obscura a Città di Castello Valtiberina


              4 ore full-immersion


              Mezza giornata di durata (mattina o pomeriggio, previo accordo)
              4 ore complessive


              Lezioni in lingua italiana
              Livello: base


              Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


              [elementor-template id=”4234″]

              Descrizione

              Workshop Fotografia Stenopeica a Città di Castello, per fare fotografie utilizzando il principio della camera obscura.

              Con questa breve esperienza di quattro ore impareremo a fare fotografie come si facevano agli albori di quest’arte. Useremo semplici “fotocamere” che saranno delle vere e proprie “camera obscura” come quelle usate dai pionieri della fotografia agli inizi del secolo XIX.

              Il corso di fotografia stenopeica dura una mezza giornata, la mattina o il pomeriggio, per circa quattro ore. Comprende anche una fase in camera oscura dedicata allo sviluppo delle fotografie riprese con le fotocamere stenopeiche messe a disposizione dalla scuola.

              Useremo non solo camere stenopeiche nel senso stretto del termine, ovvero provviste di forellino (da “steno”=”stretto, piccolo”), ma anche camere rudimentali provviste di obiettivo, per sperimentare sia i primi passi della fotografia che quelli successivi, quando cominciarono ad essere montate delle lenti al posto del forellino.

              Come si svolgerà la nostra mezza giornata

              Il programma comprende una prima fase teorica, dove verrà presentata la tecnica della camera obscura e il principio di funzionamento della camera stenopeica. Seguirà una fase di studio della corretta illuminazione per capire come usare le nostre scatole stenopeiche all’esterno.

              Poi faremo una passeggiata per il centro di Città di Castello per “scattare” fotografie con carta fotografica bianco nero, da svilupparsi al nostro rientro in camera oscura.

              Al termine degli sviluppi, i partecipanti torneranno a casa con le foto che avranno realizzato da soli.

              Scopo del Workshop Fotografia Stenopeica

              Vogliamo avvicinare tutti gli appassionati ai primi passi mossi dalla fotografia così come avvennero due secoli fa. Inoltre vogliamo far comprendere come la tecnologia si sia evoluta per arrivare fino alle nostre moderne fotocamere digitali, ma che la base di funzionamento rimane sempre la stessa. Cioè che si tratta di luce che passa da una lente e arriva su una superficie fotosensibile.

              Questo workshop di fotografia stenopeica è un’occasione per avvicinarsi anche la mondo della camera oscura e della fotografia in bianco e nero. È particolarmente adatto ai bambini, perché li stimola a conoscere ed interessarsi di una cosa nuova e pratica, che dovranno maneggiare da soli, ma è anche adatto agli adulti per scoprire le origini dell’arte che ci appassiona tutti.

              Requisiti di accesso al Workshop Fotografia Stenopeica Città di Castello

              Nessuno. Le “scatole stenopeiche” le mettiamo noi, e il costo del corso comprende anche l’uso della carta fotografica e della camera oscura per sviluppare le foto scattate.

              Portate un quaderno per prendere appunti e un grembiale da lavoro oppure degli abiti poco importanti, perché è facile sporcarsi con la chimica. Questa non perdona, macchia i tessuti in modo permanente.

              Programma

              Programma

              • Incontro e introduzione al workshop
              • Lezione sulle prime scoperte fotografiche e sulla camera oscura
              • Lezione teorica sulla gestione della luce
              • Pratica con le fotocamere stenopeiche, carta fotografica e caricamento delle camere.
              • Camminata in città per scattare foto
              • Ritorno alla camera oscura per lo sviluppo delle foto scattate
              • Conclusioni finali e saluti

              Mappa

              [elementor-template id=”3277″]

              Fai una Domanda

                Fai una domanda su questo corso




                Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


                Antiche Tecniche Fotografiche in Umbria | Workshop a Città di Castello

                In Breve

                Antiche Tecniche Fotografiche in Umbria con Fotografia Stenopeica, Regola del 16, Collodio Umido e Carta Salata a Città di Castello, Valtiberina, Umbria


                3 giorni Full-Immersion, Pacchetto All-Inclusive


                20 ore complessive, fra venerdì, sabato e domenica


                Lezioni in lingua italiana
                Livello: dimostrativo, base/intermedio/avanzato


                Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


                1º giorno
                • Fotografia Stenopeica per fare fotografie utilizzando il principio della camera obscura, con sviluppo dei negativi in camera oscura, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria
                • Fotografia Classica con la Regola del 16 per imparare a fotografare senza usare l’esposimetro, con sviluppo del rullino in bianco e nero, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria
                2º giorno
                • Fotografia al Collodio Umido, per fare ambrotipi e ferrotipi, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria
                3º giorno
                • Stampa Fotografica su Carta Salata, un procedimento di stampa di antiche tecniche fotografiche dell’800, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria

                Vuoi rimanere a dormire? Chiedici consiglio, possiamo aiutarti a trovare un alloggio a prezzi modici.


                Pacchetto di 4 corsi All-Inclusive. Vuoi frequentare solo uno dei workshops in programma?

                Se non vuoi prendere tutto il pacchetto, qui sotto trovi i collegamenti diretti a ciascun programma, che viene offerto anche singolarmente. Puoi iscriverti ad uno solo o anche a più di uno, separatamente dal pacchetto.

                [elementor-template id=”3597″]

                Descrizione

                Workshop di tre giorni per praticare la fotografia analogica a pellicola e sviluppare in camera oscura.

                Una esperienza fotografica per conoscere le primissime antiche tecniche fotografiche dell’800 che hanno dato il via all’arte della fotografia: il collodio umido e la carta salata.

                Vieni a conoscere la verde Valtiberina toscana e umbra, con i suoi borghi fortificati di Anghiari, Monterchi e Citerna.

                Arte rinascimentale, contemporanea e fotografia si incontrano: a Sansepolcro, con Piero Della Francesca; a Città di Castello, con Alberto Burri.

                Cosa faremo nei 3 giorni del Workshop Antiche Tecniche Fotografiche in Umbria?

                • Faremo pratica di fotografia classica analogica e camera oscura, scattando foto con la camera stenopeica.
                • Svilupperemo rullini di pellicola in bianco e nero scattati con la Regola del 16.
                • Faremo delle girate in paese per praticare l’esposizione con la Regola del 16.
                • In laboratorio studieremo i procedimenti delle antiche tecniche fotografiche dell’800, sia collodio umido che carta salata.
                • In camera oscura prepareremo le soluzioni necessarie, le lastre al collodio, le carte salate.
                • Col banco ottico scatteremo le fotografie al collodio umido, sia ferrotipi che ambrotipi, e i negativi per stampare con la carta salata.
                • Infine svilupperemo tutto il nostro lavoro fatto in ferrotipia, ambrotipia e carta salata.

                Perché frequentare questi 3 giorni di Workshop Antiche Tecniche Fotografiche in Umbria?

                Abbiamo raccolto quattro programmi di studio che sono correlati fra loro in questo fine settimana di tre giorni a Città di Castello, Umbria.

                La propedeuticità di questi studi permetterà a tutti di comprendere come si è evoluta la tecnica fotografica e di praticare in autonomia le antiche tecniche fotografiche del collodio e della carta salata. Inoltre, conoscere la carta salata è la via di accesso per le due tecniche ad essa correlate che sono la cianotipia e il Van Dyke. Conoscere la carta salata vi permetterà di eseguire anche cianotipi e Van Dyke in autonomia a casa vostra.

                La conoscenza della Regola del 16 sarà di fondamentale aiuto per determinare la corretta esposizione sulla scena da fotografare, così che non ci si debba più affidare ad un esposimetro.

                Alla fine di questo workshop di tre giorni avrete le conoscenze e le capacità per iniziare a fare fotografia con le antiche tecniche fotografiche dell’800 in autonomia e con soddisfazione.

                Pacchetto 4 corsi All-Inclusive

                Questo workshop di tre giorni è un pacchetto che comprende 4 corsi. Il costo del corso include:

                • tutta la chimica e le attrezzature necessarie
                • qualche fotografia realizzata con la camera stenopeica
                • 1 rullino bianco e nero, così potremo sperimentare la regola del 16
                • 1 ferrotipo e 1 ambrotipo scattato da voi da riportare a casa
                • almeno due stampe su carta salata
                • eventuale ingrandimento da ambrotipo (se il tempo a disposizione lo permetterà)

                Questo pacchetto non include alloggio, pranzo e cena. Questi dovranno essere disposti personalmente da ciascun partecipante. Noi aiutiamo tutti gli intervenuti con consigli e soluzioni più economiche possibili per trovare un alloggio economico.

                Cosa devi portare

                I materiali e le attrezzature necessarie le mettiamo noi. Voi portate:

                • un quaderno per prendere appunti (importante! ci saranno lunghe procedure da scrivere…);
                • un grembiale da lavoro (in alternativa al grembiale, presentatevi con degli abiti poco importanti o con un cambio) perché è facile sporcarsi con la chimica e questa non perdona, macchia i tessuti in modo permanente;
                • guanti in lattice della vostra misura (usa e getta, da lavapiatti, da meccanico… vanno bene tutti); una confezione usa e getta è la soluzione migliore. Non sono necessari materiali particolari, il comunissimo lattice andrà benissimo.
                • scarpe: vale lo stesso che per i vestiti! portate scarpe di poco conto. In estate: se siete abituati ai sandali, portatevi un paio di flip flop (infradito) o ciabatte da piscina perché le gocce di chimica cadono anche sulle scarpe…

                Programma

                Programma del workshop di tre giorni Antiche Tecniche Fotografiche in Umbria

                1º giorno

                Venerdì mattina, incontro presso la sede alle ore 9:30 per circa 3 ore di lavoro

                Inizieremo la nostra esperienza fotografica la mattina del venerdì con il workshop sulla Regola del 16, in modo da affrontare tutta la tematica riguardante il controllo della luce nell’esposizione. Prima studieremo il funzionamento dell’esposizione e come si controlla con la macchina fotografica. Questo studio include i numeri dei tempi dell’otturatore, quelli delle aperture del diaframma e i numeri ISO per la sensibilità della pellicola.

                Pranzo: ognuno dove vuole, oppure tutti assieme nei locali dintorno alla sede.

                Venerdì pomeriggio, ritrovo presso la sede alle ore 14:00 per circa 4 ore di lavoro

                Nel pomeriggio iniziamo con un breve corso sulla fotografia stenopeica e lo sviluppo in camera oscura. Avremo modo così di prendere confidenza col mezzo fotografico e con il laboratorio. In questo modo ci faremo un’idea di come funziona la tecnica di ripresa e di come è nata la fotografia con la camera obscura.

                Questo breve workshop di fotografia stenopeica è indicato per tutti i principianti e neofiti della fotografia, ma anche per i curiosi più esperti che vogliano espandere le loro possibilità creative. I partecipanti al workshop sulla Regola del 16 avranno modo di applicare le loro conoscenze sull’uso delle scatole stenopeiche con e senza obiettivo per calcolare le aperture relative.

                Dopo aver studiato al Regola del 16 e capito il funzionamento delle camere stenopeiche andremo fuori a scattare delle fotografie in giro per il centro del paese di Città di Castello. Al rientro è previsto lo sviluppo del rullino per vedere cosa è “venuto fuori” e lo sviluppo delle foto dalle scatole stenopeiche. Da li capiremo cosa abbiamo sbagliato e dove dovremo migliorare per le prossime volte.

                2º giorno

                Sabato mattina, incontro presso la sede alle ore 9:30 per circa 3 ore di lavoro

                Iniziamo lo studio del collodio umido. Faremo un viaggio nella storia, tanto per cominciare, e capiremo come è nata l’idea del collodio umido e perché abbia avuto tanto successo su altre tecniche che venivano sperimentate all’epoca, fra cui il dagherrotipo. Vedremo come il collodio sia stato il precursore di tutta la tecnica fotografica moderna, quella che ha portato alla pellicola classica che usiamo ancora oggi.

                Poi studieremo il procedimento e la chimica. Qui ci sarà da studiare bene cosa fa cosa, perché il collodio permette una vastissima scelta di possibilità che dipenderanno dai gusti di ognuno. Cercheremo in questo workshop di indirizzare ognuno per la sua strada migliore, con la presentazione di un procedimento basilare e facile da affrontare anche per i principianti.

                Preparate le soluzioni necessarie, passeremo alla sensibilizzazione di alcune lastre ed a fare qualche scatto di prova, per dimostrare come si svolge tutto il processo.

                Pranzo: ognuno dove vuole, oppure tutti assieme nei locali dintorno alla sede.

                Sabato pomeriggio, ritrovo presso la sede alle ore 14:00 per circa 4 ore di lavoro

                Nel pomeriggio ogni partecipante preparerà la sua lastra e scatterà la sua fotografia. Ognuno avrà modo di fare l’intero processo del collodio umido con le sue proprie mani, così che ognuno potrà scattare e sviluppare un ferrotipo (positivo) e un ambrotipo (negativo).

                Se ci sarà tempo rimasto a disposizione, proveremo a fare degli ingrandimenti da qualche ambrotipo che sia venuto bene e adatto alla stampa. In questo modo avrete tutti la possibilità di vedere come funziona anche la fase di ingrandimento su carta fotografica classica.

                3º giorno

                Domenica mattina, incontro presso la sede alle ore 9:30 per circa 3 ore di lavoro

                Nell’ultimo giorno del workshop parleremo di carta salata e di come sia nata questa invenzione da parte di William Henri Fox Talbot. Vedremo quali siano state le sue applicazioni commerciali, quali erano i vantaggi sul collodio e quali i limiti. Anche qui prepareremo le soluzioni necessarie e daremo tutta la procedura dettagliata per poter fare stampe su carta salata con successo a casa propria.

                Se ci sarà tempo inizieremo subito a stampare qualche ambrotipo realizzato il giorno precedente, e faremo degli scatti col banco ottico su pellicola da stampare appositamente su carta salata. Altrimenti rimanderemo tutto al pomeriggio.

                Pranzo: ognuno dove vuole, oppure tutti assieme nei locali dintorno alla sede.

                Domenica pomeriggio, ritrovo presso la sede alle ore 14:00 per circa 3 ore di lavoro

                Il pomeriggio sarà dedicato tutto a scattare col banco ottico, in modo da fare i negativi (se avremo finito gli ambrotipi di ieri) e a stampare carte salate. La seconda metà del pomeriggio a nostra disposizione sarà dedicata al lavaggio ed alla finitura delle carte salate realizzate, in modo tale da permettere a ciascuno di portarsi a casa almeno una copia buona e finita del lavoro che avremo potuto fare.

                Mappa

                [elementor-template id=”3277″]

                Fai una Domanda

                  Fai una domanda su questo corso




                  Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


                   

                  Corso Fotografia di Architettura e Interni a Città di Castello Valtiberina

                  In Breve

                  Workshop di due giorni per fotografare edifici ed interni per il mercato della fotografia architettonica, sia in digitale che in analogico col banco ottico grande formato


                  16 ore totali


                  Due giorni, un fine settimana di durata (sabato e domenica)
                  inizio ore 9:30 e termine ore 17:30 circa ogni giorno


                  Lezioni in lingua italiana
                  Livello del corso: intermedio
                  Costi extra: no


                  Le iscrizioni chiudono automaticamente 1 settimana prima dell’inizio del corso


                  [elementor-template id=”4234″]

                  Descrizione

                  Come fotografare edifici ed interni per il mercato della fotografia architettonica

                  Uno dei settori più attivi del mercato della fotografia è quello delle riprese architettoniche. Chiunque abbia una attività commerciale di accoglienza come hotel, agriturismi, resort ha necessità di mostrare al meglio le proprie risorse. Una corretta fotografia architettonica è la risposta.

                  Con questo programma di studio vogliamo esaminare tutti gli aspetti della tecnica fotografica applicata alla ripresa di edifici, palazzi, ambienti ed interni in genere.

                  Cosa faremo in questo corso

                  Ci incontreremo per due giorni consecutivi, durante un fine settimana. Durante i due giorni affronteremo lezioni teoriche in aula, con dimostrazioni pratiche dell’uso delle attrezzature e di come si fotografa sul campo, e faremo delle uscite nei dintorni della sede per fare delle prove pratiche.

                  Una uscita sarà dedicata a fotografare il paese di Città di Castello, sfruttandone le emergenze architettoniche, e un’altra sarà una sessione dedicata alle riprese di interni in un hotel o esercizio commerciale della zona.

                  Con lo svolgimento del programma studieremo la fotografia architettonica e i mezzi di controllo della prospettiva, le tecniche per il conseguimento di questi scopi e analizzeremo immagini di fotografi famosi che saranno la nostra guida in questo studio.

                  Scatteremo sia in digitale che con la pellicola. Quindi lavoreremo col computer per la post produzione delle immagini digitali e studieremo i necessari passaggi tecnici richiesti dalla fotografia architettonica.

                  Nonostante questo corso non sia pensato per lavorare in camera oscura, tempo permettendo, eseguiremo delle dimostrazioni di sviluppo e stampa a cura dell’insegnante.

                  Non solo tecnica ma anche estetica e comunicazione.

                  Una parte del corso viene dedicata a studiare fotografi di architettura che hanno lasciato una impronta importante nel panorama fotografico contemporaneo. Non solo per la qualità tecnica delle riprese ma anche per l’aspetto artistico e creativo di esse.

                  Con questo studio intendiamo stimolare lo studente a ricercare una propria creatività nel rappresentare il panorama architettonico intorno a se, perché le applicazioni di questa arte fotografica possono essere sia commerciali che artistiche in senso esteso.

                  Fotografia analogica e digitale si incontrano

                  Il corso di fotografia architettonica è peculiare perché mescola la fotografia analogica in pellicola con quella digitale.

                  Insegniamo la fotografia architettonica con l’uso del banco ottico analogico di grande formato (4×5″ e 5×7″), la fotocamera per eccellenza per questo genere di riprese.

                  Poiché la fotografia architettonica può portare ad uno sviluppo inaspettato nel senso dell’arte, motiviamo gli studenti a lavorare sia con la propria fotocamera Dsrl che con le fotocamere a banco ottico che mettiamo a disposizione per il corso. In questo caso si tratta di scattare in pellicola in bianco e nero e sviluppare in camera oscura.

                  In questo modo raggiungiamo due obiettivi. Il primo è quello di insegnare allo studente ad usare le proprie risorse digitali per un rapido inserimento nel panorama lavorativo offerto dalla fotografia architettonica commerciale. Il secondo è mostrare un percorso alternativo possibile per un successivo sviluppo nel mercato dell’arte.

                  Presentarsi in modo adeguato sul mercato

                  La presentazione di un portfolio di spessore, la realizzazione di mostre e le pubblicazioni di lavori artigianali sui social network richiedono lavori ben eseguiti, che mostrino il livello di preparazione effettivamente conseguito dall’allievo.

                  Che siano stati sviluppati e stampati in camera oscura, oppure digitalizzati allo scanner e post prodotti, o anche scattati direttamente con la fotocamera digitale, i lavori di presentazione delle proprie qualità dovranno rispondere ai massimi standard di eccellenza. Con questo corso vi mostriamo il cammino per arrivare a quel livello di eccellenza.

                  Programma

                  Programma

                  Introduzione alla fotografia architettonica da esterni e da interni: regole base, cenni di percezione visiva e di prospettiva.

                  Punto di vista e prospettiva: uno studio sulla percezione visiva e sui metodi di perfezionamento della pre-visualizzazione.

                  Come si fotografa l’architettura: cosa fare, cosa evitare.

                  Studio di importanti fotografi che si sono evidenziati nei soggetti architettonici. La fotografia di documentazione urbana contro quella commerciale.

                  Panoramica sugli strumenti e sulle fotocamere da utilizzare per la fotografia architettonica: dal banco ottico allo smartphone, dal cavalletto a Photoshop. La fotografia architettonica con la DSLR e gli obiettivi decentrabili (PC o Shift).

                  Introduzione alla fotocamera a banco ottico ed al grande formato in pellicola da 4×5” e 5×7”. I movimenti dei corpi mobili: cenni sul decentramento e sul basculaggio.

                  Gli obiettivi per il grande formato e il cerchio di copertura: cos’è e perché è importante conoscerlo.

                  Pratica col banco ottico: il controllo prospettico con il decentramento.

                  Il cavalletto: come si sceglie un buon cavalletto per la fotografia di architettura, come si usa e perché fa la differenza.

                  Riprese pratiche sul campo per la realizzazione di uno o più progetti di fotografia architettonica con banco ottico e con fotocamera digitale, presso emergenze architettoniche accessibili al momento.

                  Importazione, editing e post produzione delle immagini digitali. Come usare Photoshop e Lightroom per il controllo della fotografia architettonica digitale: le correzioni prospettiche in post produzione.

                  Sviluppo in camera oscura delle foto analogiche.

                  Analisi critica finale del lavoro svolto.

                  Cosa è incluso nel costo del corso

                  Il costo del corso include l’uso di alcune pellicole fotografiche in lastre in bianco e nero per le riprese in analogico, così come la chimica necessaria al loro sviluppo in camera oscura. Ogni partecipante avrà la possibilità di scattare non meno 5-6 lastre da portarsi a casa.

                  Pasti e alloggio per eventuali partecipanti provenienti da fuori non sono inclusi nel costo del corso. Siamo a disposizione per aiutarvi a trovare soluzioni di alloggio economiche in loco.

                  Mappa

                  [elementor-template id=”3277″]

                  Fai una Domanda

                    Fai una domanda su questo corso




                    Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


                    Gestione Libreria Fotografica Valtiberina a Città di Castello, Umbria

                    In Breve

                    Corso base di introduzione al workflow di gestione della libreria fotografica e sviluppo del file raw con Adobe Lightroom, Phase One Capture One Pro, Skylum Luminar 4, Cyberlink PhotoDirector, a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.


                    12 ore totali


                    4 lezioni di 3 ore cad.
                    Durata: 2 settimane
                    Giorni di lezione e orari: da definire con gli studenti


                    Lezioni in lingua italiana
                    Livello del corso: base


                    Chiusura iscrizioni 1 settimana prima inizio corso


                    Descrizione

                    Gestione Libreria Fotografica Valtiberina, il corso base di introduzione al workflow di gestione della libreria e sviluppo del file raw a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.

                    Trovare subito la foto che cerchi: questo è lo scopo principale della gestione della libreria oggi. Questa parte si chiama archiviazione.

                    Poi devi scegliere la foto più bella: questa parte si chiama editing (o selezione). Va fatta usando degli strumenti rapidi ed efficaci per non farti venire il mal di testa. Anche questa funzione è intrinseca ai programmi di gestione della libreria.

                    Sviluppo del file raw: questa è la parte finale. La puoi fare anche con altri programmi, come Photoshop. Questi sono collegabili alla tua libreria, in modo da non perdere mai l’organizzazione dei file così come l’hai creata.

                    Ti insegniamo tre cose: archiviazione, editing, sviluppo

                    Nessuno te ne parla. Quando senti nominare Lightroom, senti subito parlare di sviluppo del file raw, aggiustamento della foto, ottimizzazione dell’immagine, postproduzione…

                    Ma nessuno ti dice qual’è la fase più importante di tutto il tuo lavoro. Questa sta fra la ripresa e lo sviluppo. Cioè nella corretta archiviazione di quello che fai e nel saperlo ritrovare subito, quando serve. Poi potrai scegliere e tenere sotto controllo il tuo lavoro fotografico man mano che cresce.

                    Scopri come gestire la tua libreria fotografica con Adobe Lightroom, Phase One Capture One Pro, Skylum Luminar 4, Cyberlink PhotoDirector

                    Gestisci: impara a gestire i tuoi file fotografici con la libreria di: Adobe Lightroom; Capture One; Luminar 4; PhotoDirector;  altre soluzioni possibili sul mercato. Con il nostro corso di gestione libreria fotografica Valtiberina potrai scoprire quali sono le tue esigenze principali. In seguito potrai trovare l’applicazione di gestione della libreria fotografica pi`u adatta al tuo modo di lavorare.

                    Scegli: impara come selezionare ed organizzare le tue scelte, come fare un editing fotografico e averlo a disposizione rapida. Ti aiutiamo a scegliere il software migliore per le tue esigenze.

                    Sviluppa: impara a sviluppare i tuoi file raw con gli strumenti di aggiustamento e postproduzione della tua libreria. Non tutti i programmi  ti danno le stesse funzioni. Quale sarà più adatto a te?

                    Cosa sai di archiviazione e editing? Ecco, per questo abbiamo disegnato questo corso Gestione Libreria fotografica Valtiberina.

                    Ecco come funziona il workflow di un fotografo professionista:

                    • 1. scatto,
                    • 2. archiviazione,
                    • 3. editing,
                    • 4. sviluppo (postproduzione),
                    • 5. consegna del lavoro finito.

                    Perché un corso di gestione librerie fotografiche e sviluppo del file raw con Lightroom, Capture One, Luminar 4, PhotoDirector

                    Tenere organizzate grandi moli di file fotografici è una questione importante. Oggi si producono quantità impressionanti di nuove foto con una facilità mai vista prima. In primis dallo smartphone, ma poi anche dalla tradizionale fotocamera Dslr o mirrorless.

                    Sai come immagazzinare queste foto in luoghi sicuri e di facile accesso? Il tuo archivio ha una struttura intelligente che ne favorisca sia la conservabilità che la fruibilità? Questi sono alcuni dei punti più importanti del workflow fotografico digitale di oggi.

                    Come si fa? da dove si parte? Come si usa un software di gestione della libreria (DAM)?

                    La gestione del workflow digitale è importante. Ti aiuteremo a trovare ed installare il software che meglio risponde alle tue necessità. Oltre a comprenderne il funzionamento, ti aiuteremo ad ottimizzare il tuo Pc. Cercheremo l’hardware necessario ad una naturale espansione della tua libreria per il futuro.

                    Il programma si completa con una panoramica sulle funzionalità di editing e sviluppo del file raw.  Potrai iniziare subito a lavorare sulle tue foto ed ottenere le soddisfazioni che cerchi.

                    Attrezzatura richiesta per il corso Gestione Libreria Fotografica Valtiberina

                    È necessario possedere un laptop (meglio se Mac) per prendere parte a questo corso. Inoltre deve essere disponibile un certo spazio sul disco fisso. In alternativa (soluzione consigliata) presentarsi con un hard drive esterno vuoto, meglio se SSD. Chiedici cosa comprare se non hai già queste cose.

                    Corso privato, personalizzabile e individuale

                    Il corso è personalizzato e personalizzabile e si tiene sia in gruppo che individualmente. Le date proposte sono indicative. I giorni di lezione e gli orari sono da gestirsi individualmente con lo studente e gli iscritti.

                    Mappa

                    [elementor-template id=”3277″]

                    Fai una Domanda

                      Fai una domanda su questo corso




                      Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


                      Wild View Collodio Umido | Valtiberina Toscana

                      In Breve

                      Wild View Collodio Umido Valtiberina Toscana, un weekend workshop di fotografia alternativa in una fattoria sull’Appennino della montagna toscana


                      2 giorni full-immersion
                      alloggio in agriturismo di montagna


                      Arrivo in loco entro le ore 9:30 del sabato e inizio lavori
                      pausa pranzo
                      termine lavori ore 18 circa
                      cena e pernottamento
                      colazione e ripresa dei lavori
                      pausa pranzo
                      chiusura lavori entro le ore 17 della domenica


                      Lezioni in lingua italiana e lingua inglese
                      Livello del corso: dimostrativo, pratico, hands-on, adatto a principianti ed esperti
                      Costi extra: si, il pagamento del vitto e alloggio di 85 euro da regolarsi sul posto


                      Corso a numero chiuso: ammessi max 8 partecipanti
                      Chiusura iscrizioni 2 settimane prima inizio corso

                      [elementor-template id=”3597″]

                      Descrizione

                      Wild View Collodio Umido Valtiberina Toscana

                      Il Wild View Workshop di Fotografia al Collodio Umido sull’Appennino della Valtiberina Toscana è un’esperienza di fotografia alternativa a contatto della natura. Con pochi confort moderni, è interamente incentrata sul fare fotografie con una fotocamera di legno di oltre cent’anni fa e con l’antica tecnica ottocentesca del collodio umido. Vivremo la fotografia come facevano i fotografi ambulanti pionieri nel Far West.

                      Un corso di fotografia alternativa incentrato sul collodio umido, per imparare tutto quello che dovreste sapere sui processi alternativi al collodio umido e iniziare a fare fotografie con questa antica tecnica fotografica per conto vostro.

                      Cosa faremo nel workshop Wild View Collodio Umido

                      Con il collodio possiamo fare dei ferrotipi, cioè dei positivi diretti. Appaiono direttamente in immagine positiva sulla lastra di metallo. I positivi diretti possiamo definirli una sorta di “proto-Polaroid”. Sono finiti così, come escono dal bagno di sviluppo e sono utilizzati nel formato di ripresa. Sono pezzi unici, originali, non stampabili.

                      Oppure possiamo ottenere dei classici negativi su lastra di vetro, chiamato ambrotipo (da cui il temine “ambrotipia”). I negativi così ottenuti sono riproducibili e stampabili a contatto o per ingrandimento in camera oscura, ma sono anche utilizzabili come risultato finito. Scopriremo sul campo la magia dell’ambrotipo che diventa positivo!

                      Il Wild View Collodio Umido in Valtiberina Toscana è un workshop pratico e dimostrativo dei processi alternativi fotografici dell’800

                      Prevediamo di scattare tutto il lavoro su lastre di metallo e di vetro in formato 9x12cm, 4×5″ oppure 13x18cm circa (a seconda delle disponibilità dei materiali dai fornitori). Faremo così sia ferrotipi (gli originali in positivo) che ambrotipi (i negativi di vetro). I negativi potranno essere utilizzati sia come opera finita che come negativo da ristampare poi successivamente con tecniche antiche come la carta salata, l’albumina, il carbone, la cianotipia, il platino-palladio, ecc…

                      Tuttavia in questo workshop non faremo stampe con i processi alternativi. Gli interessati ai processi alternativi di stampa fotografica posso iscriversi ai nostri altri workshop che trovate nei collegamenti rapidi qui in fondo a questa pagina.

                      Fotocamere di legno a banco ottico dei primi del 900

                      Useremo una o due fotocamere di legno dei primi del 900 a banco ottico e una fotocamera a banco ottico moderna, per scoprire le possibilità di fare il collodio umido sia con una macchina che era nata per quello, sia con una macchina che può essere adattata.

                      Alloggio in fattoria: trascorri un weekend in un agriturismo caratteristico della montagna toscana sull’Appennino della Valtiberina

                      Il workshop dura due giorni ma non è obbligatorio restare a pernottare. Chi lo desideri può trascorrere qui la notte e approfittare di un weekend di relax immerso nel verde della tipica zona appenninica toscana. Ci sono diverse stanze, anche matrimoniali.

                      La fattoria Sant’Apollinare di Pieve Santo Stefano vicino alle sorgenti del Tevere

                      Per questo Wild View Photography Workshop al collodio umido saremo di base presso la fattoria Sant’Apollinare di Pieve Santo Stefano (AR). La fattoria si trova in un vecchio borgo colonico della montagna appenninica toscana ancora conservato come un tempo, cone le sue case padronali, gli annessi e tutto il resto.

                      Si trova su una costa del monte Castelsavino, a pochi chilometri in linea d’aria dalle sorgenti del Tevere e dal borgo montano di Caprese Michelangelo, terra natale di Michelangelo Buonarroti. L’ambiente è boscoso ed è ricco di sentieri per gli amanti delle camminate nel bosco. Il crinale appenninico è a circa un’ora e mezza di marcia dalla fattoria.

                      L’agriturismo alleva cavalli che possono essere anche uno spunto sia per fare foto sia per chi lo desiderasse fare delle gite a cavallo. Il vitto è servito dall’agriturismo, per cui sarà piacevole essere coccolati dalla cucina tipica del posto.

                      Costo extra per alloggiare due giorni

                      Il prezzo tutto incluso per questi due giorni è di 85 euro che saranno pagati direttamente alla struttura una volta arrivati sul posto. Include: pranzo e cena del sabato, pernottamento, colazione e pranzo della domenica.

                      Cosa devi portare per il workshop Wild View Collodio Umido Valtiberina Toscana

                      I materiali e le attrezzature necessarie le mettiamo noi. Voi portate:

                      • un quaderno per prendere appunti (importante! ci saranno lunghe procedure da scrivere…);
                      • un grembiale da lavoro (in alternativa al grembiale, presentatevi con degli abiti poco importanti o con un cambio) perché è facile sporcarsi con la chimica e questa non perdona, macchia i tessuti in modo permanente;
                      • scarpe: vale lo stesso che per i vestiti! portate scarpe di poco conto. In estate: se siete abituati ai sandali, portatevi un paio di flip flop (infradito) o ciabatte da piscina perché le gocce di chimica cadono anche sulle scarpe…
                      • guanti di protezione individuali in vinile o butile della vostra misura. Una confezione usa e getta è la soluzione migliore. Attenetevi al materiale indicato, vinile o butile, perché altri materiali sono permeabili a certe sostanze chimiche che usiamo noi fotografi ottocenteschi e rischiate di vedere le vostre dita diventare nere.
                      • Occhiali di protezione: se non portate già gli occhiali da vista sarà bene portare un paio di occhiali di plastica trasparenti del tipo di protezione da cantiere. Li trovate a pochi euro presso una comunissima ferramenta, dove dovreste trovare anche i guanti. Lo schizzo di nitrato d’argento dentro la pupilla è un evento più unico che raro, ma perché rischiare?

                      Programma

                      Programma del workshop Wild View Collodio Umido in Valtiberina Toscana

                      Il workshop dura due giorni.

                      Primo giorno

                      Ritrovo per le 9:30 presso la fattoria.

                      Inizieremo con una breve lezione sulla storia del collodio. Poi ne studieremo la tecnica, per metterci in condizione di preparare le soluzioni necessarie.

                      Dopodiché inizia il corso hands-on. Prepareremo le soluzioni necessarie – Collodio, Sviluppo e Fissaggio – e prepareremo le lastre.

                      Quindi organizziamo un set nei dintorni della sede e iniziamo a scattare qualche ferrotipo dimostrativo al collodio. Ci sarà bisogno di una giornata assolata perché il collodio è molto lento a reagire con la luce. In caso di pioggia o giornata nuvolosa dovremo fare degli scatti in studio con luce flash.

                      Seguirà tutta la fase di sviluppo, fissaggio e lavaggio dei ferrotipi, fino all’essiccazione. Questa operazione sarà ripetuta per ogni scatto, perché il collodio non ti aspetta. Ogni foto richiede tutta la sua trafila.

                      Finite le serie di scatti, daremo delle informazioni utili su dove trovare le attrezzature necessarie a scattare in collodio e dove acquistare tutta la chimica necessaria.

                      Nel mezzo della giornata faremo una pausa per il pranzo e varie altre pause fra un lavoro ed un altro.

                      Cena e pernottamento

                      Secondo giorno

                      Colazione e ritrovo in fattoria per le ore 9:30

                      Durante il primo giorno avremo conosciuto il collodio e tutte le sue fasi tecniche. Nel secondo giorno ognuno avrà modo di scattare le sue proprie fotografie originali e di fare buona pratica con le lastre.

                      Inoltre nel secondo giorno inizieremo a preparare anche gli ambrotipi, cioè le lastre di vetro, che richiedono una preparazione differente rispetto ai ferrotipi.

                      Dopo pranzo procederemo al finissaggio delle lastre con la verniciatura finale a sandracca.

                      Seguirà una chiacchierata finale su quello che abbiamo fatto, consigli su come avviare la propria produzione casalinga di fotografia al collodio umido e dove trovare cosa, incluse le attrezzature necessarie come le fotocamere d’epoca.

                      Verso le 17 il corso è terminato. I partecipanti torneranno a casa con le proprie lastre finite.

                      Mappa

                      [elementor-template id=”4515″]

                      Fai una Domanda

                        Fai una domanda su questo corso




                        Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.


                        Workshop di Fotografia Collodio Umido e Carta Salata | Valtiberina Umbria

                        In breve

                        Workshop di Fotografia Collodio Umido e Carta Salata, un weekend di due giorni di fotografia alternativa a Città di Castello, Valtiberina, Umbria


                        2 giorni Full-Immersion
                        possibilità di alloggio in foresteria


                        Arrivo in loco entro le ore 9:30 del sabato e inizio lavori
                        pausa pranzo
                        termine lavori ore 18 circa
                        cena e pernottamento indipendenti
                        Ritrovo in sede entro le ore 9:30 della domenica e ripresa dei lavori
                        pausa pranzo
                        chiusura lavori entro le ore 18 della domenica


                        Lezioni in lingua italiana e lingua inglese
                        Livello del corso: dimostrativo, pratico, hands-on, adatto a principianti ed esperti
                        Costi extra: no, tranne in caso di alloggio in foresteria (vitto a parte, alloggio circa 15 euro da regolarsi sul posto)


                        Corso a numero chiuso: ammessi max 6 partecipanti
                        L’iscrizione si chiude 2 settimane prima dell’inizio del corso

                        [elementor-template id = “3597”]

                        Descrizione

                        Workshop di due giorni per imparare il processo di Fotografia al Collodio Umido e come stampare i negativi di vetro al collodio su Carta Salata

                        Lo scopo del corso di fotografia al collodio umido e carta salata è di mostrare come si faceva la fotografia nei primi anni dalla sua invenzione (o scoperta). Nel 1839 era già conosciuta la carta salata e in quell’anno Fox Talbot inventa il negativo. Nel 1851 arriva il collodio umido, che per molti decenni sarà la tecnica base per la produzione di negativi in vetro che sarebbero poi stati stampati su carta salata (semplice, all’amido, all’albumina, ecc..) o con altre tecniche come la cianotipia, il Van Dyke, il carbone, il platino-palladio, la gomma bicromatata, il bromolio, ecc….

                        Noi ci concentreremo sulla tecnica base per fare ferrotipi e ambrotipi e per preparare carta salata semplice. Nel corso dei due giorni si preparano le lastre al collodio, si sperimenta come scattare i postivi su lastra metallica (ferrotipi, aluminotipi, melainotipi, ecc…) e come si fanno i negativi di vetro (ambrotipi).

                        Con questo programma di fotografia alternativa riceverai anche nozioni di base sull’uso di sostanze chimiche, su come muoversi in laboratorio, come lavorare con le svariate formule per la fotografia chimica, quali misure di sicurezza adottare per gestire la pericolosità di certe sostanze chimiche e materiali, quali sono le procedure per la preparazione di lastre da soli e per ottenere stampe finite e durevoli nel tempo.

                        Cosa faremo in questo workshop di Fotografia al Collodio Umido e Carta Salata a Città Di Castello, Valtiberina, Umbria?

                        Faremo foto con alcune fotocamere da 9×12 cm a 18×24 cm, sia di tipo moderno, modificato per il collodio umido, che di legno antica costruita apposta per il collodio umido. Scatteremo alcune lastre in positivo e alcuni vetri, per poi stampare ognuno il suo negativo migliore su alcune carte salate, che prepareremo sul momento.

                        Lavoreremo principalmente con gli aluminotipi e faremo degli ambrotipi (negativi di vetro) per le stampe al sale dell’ultimo giorno. Ogni partecipante tornerà a casa con almeno alcuni buoni scatti in lastra positiva, alcuni negativi in ​​vetro e buone carte salate.

                        Questo workshop di processi fotografici alternativi fornirà anche un know-how per lavorare con una camera oscura portatile per la fotografia al collodio di lastre umide sul campo. Potrai anche metterti alla prova con l’illuminazione da studio per la fotografia di ritratti di interni.

                        Cosa è necessario portare per il workshop di Fotografia al Collodio Umido e Carta Salata

                        Tutti i materiali e le attrezzature di uso comune sono forniti con il costo del corso. Gli studenti dovrebbero essere dotati dei seguenti materiali personali:

                        • ogni studente dovrebbe presentarsi con un grembiule protettivo adeguato contro le macchie; queste sostanze chimiche macchiano permanentemente i vestiti, quindi preparati e usa indumenti che non ti interessano; se si presentano macchie sulla pelle dureranno al massimo una settimana e non sono pericolose per la salute; anche le scarpe corrono il rischio di macchiarsi, prendi in considerazione un cambio di scarpa per lavorare con noncuranza;
                        • macchie chimiche sugli occhi possono essere un problema serio! si prega di indossare occhiali protettivi trasparenti per mantenere gli occhi al sicuro mentre si lavora con determinati prodotti chimici nella camera oscura; puoi acquistarli in qualsiasi negozio di ferramenta;
                        • per il suddetto motivo di macchie cutanee, ti preghiamo di portare una scatola di guanti usa e getta della tua taglia per gestire i prodotti chimici durante i tre giorni di lavorazione; a meno di usare i guanti, le tue dita diventeranno nere. Il materiale per i guanti dovrà essere tassativamente PVC oppure butile (anche il neoprene va bene, ma è molto più costoso e non è usa e getta).

                        Alloggiare nei dintorni della struttura a Città di Castello, Valtiberina, Umbria.

                        Questo workshop di fotografia alternativa si tiene a Città di Castello, nel mezzo della Valtiberina Umbra. Questo pacchetto non include alloggio, pranzo e cena. Questi devono essere organizzati personalmente da ogni partecipante.

                        Intorno alla sede del workshop ci sono alloggi economici come B&B, agriturismi e hotel che sono tutti in offerta su Booking.com. Oppure c’è una soluzione molto economica presso la Foresteria dei Servi a Sansepolcro. Se volete potete chiedere a noi e vi aiuteremo a trovare la soluzione migliore per voi.

                        Non mancare di venire a conoscere la verde Valtiberina toscana e umbra, con i suoi borghi fortificati di Anghiari, Monterchi e Citerna.

                        Arte rinascimentale, contemporanea e fotografia si incontrano: a Sansepolcro, con Piero Della Francesca; a Città di Castello, con Alberto Burri.

                        Programma

                        Programma dei 2 giorni del workshop Fotografia al Collodio Umido e Carta Salata a Città Di Castello, Valtiberina, Umbria

                        1 ° giorno

                        Ritrovo presso la sede alle 9:30 e inizio lavori

                        In breve

                        • il Collodio, cos’è questo antico e sconosciuto processo fotografico
                        • teoria e formule per il collodio umido
                        • preparazione chimica
                        • introduzione alle fotocamere per il collodio umido, moderne e vintage, e all’uso della camera oscura portatile
                        • prove di riprese con lastre umide in studio
                        • come utilizzare la luce del flash per la fotografia al collodio in studio

                        Nei dettagli

                        Il corso inizia con lo studio del processo di collodio umido. Faremo un viaggio nella storia di antichi processi fotografici. Questo studio è fondamentale per capire come sia nata l’idea del collodio umido e perché abbia avuto tanto successo su altre tecniche sperimentate all’epoca, tra cui il dagherrotipo. Vedrai come il collodio sia stato il precursore di tutta la tecnica fotografica moderna, quella che ha portato alla pellicola classica che usiamo ancora oggi.

                        Un viaggio storico così breve ti ispirerà – si spera – ad approfondire altri processi alternativi nel prossimo futuro ed espandere in questo modo la tua creatività.

                        Il programma prosegue con lo studio del processo e della chimica. Il collodio umido permette una vasta scelta di possibilità, ognuna secondo i gusti di ognuno. In questo workshop cercheremo di indirizzare tutti verso il loro percorso migliore, con la presentazione di una procedura di base facile da gestire, anche per i principianti.

                        Una volta pronte le soluzioni necessarie, si passerà alla sensibilizzazione di alcune lastre e ad effettuare alcuni scatti di prova, per dimostrare come si svolge l’intero processo.

                        Pranzo: TBA in modo indipendente.

                        Nel pomeriggio ogni partecipante preparerà la propria lastra e scatterà la propria fotografia. Ognuno avrà la possibilità di eseguire l’intero processo di collodio umido con le proprie mani, in modo che tutti possano scattare e sviluppare un ferrotipo (la versione positiva) e un ambrotipo (la versione negativa).

                        Nella seconda parte del pomeriggio prepareremo le carte per la prima salatura, e faremo alcuni esperimenti di patinatura con amido.

                        Cena e pernottamento indipendente

                        2 ° giorno

                        Domenica mattina, ritrovo in sede alle 9:30

                        In breve

                        • regolazione fine dei negativi in ​​vetro per la stampa su carta salata con processi di intensificazione e rinforzo
                        • preparazione della carta salata con la seconda fase di argentatura
                        • stampa dei negativi in vetro su carta salata
                        • lavaggio e finissaggio delle stampe con cera protettiva

                        Nei dettagli

                        L’ultimo giorno del workshop parleremo della carta salata e di come questa invenzione è stata realizzata da William Henri Fox Talbot. Vedremo come si sono sviluppate le sue applicazioni commerciali, quali erano i vantaggi del collodio e i suoi limiti.

                        Prepareremo le soluzioni necessarie per le carte e forniremo tutta la procedura dettagliata per poter eseguire con successo stampe su carta salata a casa. Poi prepareremo le carte per l’argentatura.

                        Successivamente scatteremo alcune foto su negativi con la fotocamera di grande formato e prepareremo alcuni ambrotipi per la lavorazione della carta salata.

                        Pranzo: TBA in modo indipendente.

                        Stampa, lavaggio e rifinitura delle carte salate, in modo da permettere a tutti di portare a casa almeno una copia buona e rifinita del lavoro che avremmo potuto fare.

                        Map

                        [elementor-template id = “3277”]

                        Fai una domanda

                          Fai una domanda su questo corso




                          Iscriviti alla Newsletter! Resta aggiornato/a sulle nostre novità e le aperture dei corsi.